Il Fiume Secchia è l’affluente di destra del Po e nasce dall’Alpe di Succisio, sull’Appennino tosco-emiliano di Collagna in provincia di Reggio Emilia.
Il Secchia, nel comune di Sassuolo, rappresenta una valida alternativa per escursioni e giornate dedicate al benessere. Infatti nei pressi del Parco Ducale, in via dei Moli, i trova l’accesso al Percorso Natura Secchia, un’importante opportunità per riscoprire il fascino naturale dell’ambiente fluviale e praticare attività ricreative all’aperto lontano dal traffico.

Il percorso ciclabile e pedonale realizzato lungo il fiume Secchia è il frutto della collaborazione tra la Provincia di Modena e i Comuni di Modena, Campogalliano, Formigine, Sassuolo e Prignano. La funzione principale di questa opera è quella di facilitare l’incontro tra l’uomo e il fiume nel rispetto reciproco e con reciproco vantaggio.Per l’uomo rappresenta una importante opportunità per fare attività ricreativa e sportiva all’aria aperta e per riscoprire il fascino naturale dell’ambiente fluviale. Per il fiume l’inizio della rinascita e della riqualificazione dopo decenni in cui stato considerato terra di nessuno. Un luogo finalmente da restituire, per quanto ancora possibile, alla sua naturale bellezza e alla fruizione rispettosa dell’uomo, ovviamente garantendo la sua funzione primaria e cioè quella idraulica.

Il percorso, di larghezza minima di metri 2, fondo in ghiaietto stabilizzato e dotato di segnaletica, attualmente si sviluppa da Modena, località Tre Olmi – Ponte Barchetta a poco oltre la traversa di S. Michele – Castellarano per una lunghezza di Km 35. Esso rappresenta anche un contributo concreto al miglioramento della qualità della vita e allo sviluppo sostenibile del nostro territorio. Il percorso è frequentato da tanti appassionati di jogging, passeggiate e, naturalmente, bicicletta, si snoda su un largo stradello, lungo il fiume, in un ambiente suggestivo e panoramico.

L’itinerario raggiunge la traversa di Castellarano (RE): realizzata per garantire stabilità alle prese d’acqua per la loro utilizzazione a fini irrigui, industriali, civili e ambientali, permette anche di limitare i prelievi dalle falde sotterranee e di dare quindi un contributo alla lotta contro la subsidenza (abbassamento del suolo).

I più sportivi possono raggiungere la Rupe del Pescale, sulla sponda modenese e raggiungibile tramite il ponticello sul fosso Pescarolo.

Risalendo un sentiero con staccionate di castagno si raggiunge la sommità del pianoro, dove opportuni cartelli raccontano la storia del sito archeologico, sede di un villaggio neolitico. Da qui si può godere di un ottimo panorama del fiume e della sua valle. Prima del ritorno sulla ciclabile in sponda reggiana, merita una visita il borgo storico di Castellarano.

Principali città attraversate
Castellarano, Sassuolo, Modena, Concordia sulla Secchia, San Benedetto Po

Percorso Ciclabile Fiume Secchia (Fonte: Piste-Ciclabili.com)

percorso-ciclabile-wellness-fiume-secchia-sassuolo