TEATRO CARANI

||TEATRO CARANI

L’11 luglio 1696 si cominci a Sassuolo il teatro nel palazzo Giordani del duca Rinaldo Donato. Aumentata la popolazione nel 1773 si rinnovò il teatro facendolo più vasto

Con questa frase scritta su di un foglio per l’inaugurazione si dava il via alla lunga stagione del Teatro Carani.

In realtà, nel Settecento l’attuale Teatro Carani era un piccolo teatro ducale con affaccio su Piazza Garibaldi, che venne ampliato nel 1773 e demolito nel 1905 per essere ricostruito nel 1930.

Il nuovo Teatro venne realizzato su progetto dell’ingegner Zeno Carani e per volere degli industriali Eugenio e Mario Carani, che lo vollero in uno spazio che ne consentisse lo sviluppo longitudinale, lungo viale XX Settembre.

Il Teatro Carani conserva tutt’oggi il suo aspetto originale: dallo stile tardo-liberty presente nella facciata, nelle porte d’ingresso e nelle vetrate all’arredamento del foyer. In contrapposizione la sala: molto ampia, dalle linee semplici e regolari con pianta a ferro di cavallo e due gallerie piuttosto larghe per un teatro. Il tutto senza elementi decorativi se non il maestoso lampadario di Murano stile anni ’70.

A seguito di un cedimento interno, il Teatro Carani ha attualmente sospeso l’attività ed è chiuso al pubblico.

2018-01-21T18:44:53+00:00 ARTE E CULTURA|